Indietro

Appello alla donazione, c'è bisogno di sangue

L’appello di Carolina Senatore, responsabile centri trasfusionali:“Raccolte importanti a giugno, ma i malati non vanno in ferie, vi aspettiamo”

CECINA — “In estate si assiste ad una riduzione fisiologica delle donazioni di sangue alla quale non corrisponde però un reale calo della sua necessità. Proprio per questo credo sia opportuno rivolgere a tutti i donatori della Bassa Val di Cecina e della Val di Cornia la richiesta di continuare la loro salutare tradizione anche nei prossimi mesi”. Questo l’appello rivolto alla cittadinanza da Carolina Senatore, responsabile dei centro trasfusionali degli ospedali di Cecina e Piombino.

“Possiamo contare – ammette la dottoressa Senatore – su un gruppo di affezionati che non ci lascia mai soli come dimostrano anche i risultati fatti registrare nel corso delle aperture straordinarie per la giornata della donazione di giugno: in quei giorni siamo riusciti a raccogliere 65 donazioni a Cecina e 50 a Piombino. Sono numeri importanti, ma che certamente non possono soddisfare la richiesta di sangue e componenti. Per questo contiamo sulla sensibilità di tutti per continuare a donare. Per molti studenti neomaggiorenni può essere il periodo giusto per presentarsi da noi per la prima volta e cominciare un percorso importante. I risultati che otteniamo sono anche il frutto del grande lavoro svolto dalle associazioni che rappresentano un pilastro fondamentale al quale il nostro lavoro si appoggia per la loro grande opera di sensibilizzazione che nei mesi estivi diventa ancora più insostituibile e che, ad oggi, risponde pienamente alle nostre aspettative”.

“La grande generosità dei cittadini – spiega Piero Palla, responsabile dell’Area Medicina Trasfusionale per l’Azienda USL Toscana nord ovest – ha permesso fino ad oggi di non avere alcun blocco delle attività interventistiche. Se l’invito per la donazione di sangue è pressante per i donatori di gruppo 0 (sia positivo che negativo), parimenti importante per la donazione di plasma lo è quello per i donatori di gruppo AB che devono considerarsi “donatori universali di plasma”. I donatori di gruppo A, B sono ovviamente altrettanto importanti e verranno indirizzati dal medico trasfusionista alla donazione di sangue o plasma in funzione delle esigenze del momento”.

Donatore può essere chiunque, uomo o donna, di età compresa tra i 18 e i 65 anni in condizioni di buona salute e con un peso superiore ai 50 chilogrammi. Tutti i lavoratori dipendenti hanno diritto alla giornata di riposo retribuita. Chi dona per la prima volta (aspirante donatore) può farlo esclusivamente sette giorni dopo aver effettuato un colloquio preventivo con i medici ed esami di controllo pre-donazione. La cosiddetta donazione differita ha lo scopo di aumentare la sicurezza trasfusionale per i pazienti e tutelare la salute del cittadino.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it