Indietro

Riorganizzazione ospedali, assemblea a Donoratico

Come preannunciato la riunione, aperta al pubblico e alla presenza della dirigenza della Asl e dei 16 sindaci coinvolti, si terrà domani a Donoratico

CECINA — Due territori, la Bassa Val di Cecina e la Val di Cornia, sedici comuni, e un progetto di riorganizzazione che coinvolge due ospedali in rete, quello di Cecina e quello di Piombino. L’assemblea pubblica in programma per domani, mercoledì 11 aprile, si terrà al cinema Ariston di Donoratico alle ore 15

"Un cambio di sede - hanno spiegato dal Comune di Cecina - dovuto alla volontà di accogliere il maggior numero di cittadini possibile data l’importanza del tema che verrà trattato". Anche se l'orario non faciliterà certo un'ampia partecipazione.

I punti all’ordine del giorno sono fondamentalmente tre: lo studio dell’Azienda Usl Nord Ovest sulla rete tempo dipendente dell’infarto nei due territori, il progetto di riorganizzazione dei servizi degli ospedali in rete, compreso quello che riguarda lo sviluppo dell’Area Donna, la costituzione della nuova Società della Salute unica delle Valli Etrusche. 

Ad illustrarli sarà la direttrice generale dell’Usl, Maria Teresa De Lauretis. Alla presentazione seguirà lo spazio per gli interventi del pubblico. 

“Compatibilmente con i tempi a disposizione - ha commentato il presidente della conferenza dei sindaci, nonché sindaco di Cecina, Samuele Lippi - , che saranno comunque molto ampi dato l’inizio dell’assemblea nel primo pomeriggio, sarà consentito a tutti di intervenire, ai rappresentanti di sindacati, associazioni, enti e comitati e a privati cittadini che potranno quindi rivolgere domande e chiedere chiarimenti direttamente all’azienda sanitaria, così come concordato con i primi cittadini degli altri Comuni". 

"E’ un’occasione importante - ha proseguito Lippi -, invitiamo tutti a partecipare. Ricordiamo inoltre che a questa iniziativa ne seguiranno altre: si tratta del primo passo di un percorso che condurrà all’approvazione del Pal, il Piano Attuativo Locale, che dovrà recepire quanto indicato in questi progetti. Ci sarà un percorso istituzionale, fatto di commissioni consiliari e consigli comunali, e di momenti pubblici, in modo da raccogliere eventuali sollecitazioni e proposte per l’Azienda Usl. Propongo, inoltre, di aprire un canale mail allo scopo di raccogliere ‘osservazioni’ così come avviene quando si tratta di elaborare piani o approvare regolamenti”. 


Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it