Indietro

La carica dei 60mila per la Festa del Pesce

Grande successo nei cinque giorni della manifestazione culinaria che si è svolta a Caletta. Al lavoro circa 120 volontari

ROSIGNANO M.MO — Numeri da record per la 46esima edizione della Festa del Pesce. Un grande successo oltre tutte le aspettative complice il bel tempo dei primi due week-end di giugno e la grande macchina organizzativa formata dai circa 120 volontari di tutte le età. Un'edizione che, dopo tanti anni, si è finalmente conclusa con gli attesissimi fuochi d'artificio che domenica sera sono stati sparati per la prima volta dalla diga di sopraflutto del porto turistico Marina Cala de' Medici. E che hanno permesso di godere dello spettacolo pirotecnico da ogni angolo della costa, da Vada fino a Castiglioncello.

Oltre 60mila sono state le persone che hanno preso parte alla manifestazione gastronomica diventata ormai un cult del territorio. Circa 15mila i piatti tipici di mare serviti, tra questi ben 2.200 kg di frittura cucinata nello storico padellone della Festa in riva al mare, divenuto ormai il suo simbolo indiscusso. Soltanto la sera del 2 giugno ne sono state preparate ben 1.300. «Numeri – commenta il presidente Alessio Vagelli – che non ci aspettavamo, realmente oltre tutte le nostre aspettative».

Per il secondo anno consecutivo poi l'olio utilizzato per friggere è stato sottoposto, al termine di ogni serata, ad accurati e specifici controlli ricevendo quindi il riconoscimento di “fritto genuino”. Un marchio di qualità che è stato rilasciato dalla Società cooperativa Rdo di Rosignano che ha così premiato una volta di più il grande lavoro svolto dai 120 volontari che si sono messi a disposizione del territorio e della kermesse. Tra questi, moltissimi giovani.

Un grande successo anche per tutti gli eventi collaterali che sono stati organizzati durante le 5 giornate di giugno. Dal mercatino arti e mestieri all'intrattenimento radiofonico della speaker locale Mirella Ingratta. Dal contest fotografico con tema “il lavoro dei volontari della festa ed i suoi molteplici paesaggi” in collaborazione con Riccardo Gazzarri (primo premio una foto in bianco e nero scattata da un appassionato di Faenza) alle due serate musicali con i “The Big Monkey” e i “Solo Soul”. Dall'estemporanea di pittura per bambini coordinata da Mauro Gani al concerto bandistico della Filarmonica di Rosignano, fino al discorso delle autorità al quale ha preso parte anche l'assessore alla cultura del Comune di Trento Andrea Robol.

«Un ringraziamento speciale – sottolinea il presidente Alessio Vagelli – va alle tante ditte locali che hanno collaborato con noi per la buona riuscita della manifestazione. A tutti i volontari che hanno partecipato anche quest'anno. Un'edizione che, dopo i fatti di Torino, ha registrato una maggiore sensibilizzazione di tutti verso i rifiuti di vetro. E durante la quale abbiamo seguito anche le nuove misure di sicurezza anti-terrorismo all'inizio e alla fine del mercatino arti e mestieri posizionato lungo la via Aurelia».

Adesso il prossimo appuntamento è con l'Arrivederci al villeggiante. Una Festa del Pesce in formato ridotto e senza il classico padellone che si terrà, per il secondo anno consecutivo, sabato 19 e domenica 20 agosto. Una due giorni lungo il viale Marradi di Caletta con stand gastronomici e con un menù ridotto rispetto a quello proposto a giugno. Per salutare l'estate in attesa della 47° edizione della manifestazione.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it