Indietro

Nubifragio, abitazioni dichiarate inagibili

Il punto della situazione dopo nubifragio e tromba d'aria. Si lavora sulla viabilità e sugli alloggi danneggiati, divieto di balneazione

ROSIGNANO MARITTIMO — Proseguono i lavori per far fronte al violento nubifragio e alla tromba d’aria che si sono verificati il 10 settembre.

Nelle ultime ore le squadre del Comune si sono concentrate principalmente sulle strade, per eliminare i detriti e quindi ripristinare la normalità e la sicurezza della circolazione stradale.

Alla protezione civile sono arrivate anche numerose segnalazioni di danni in merito alle strade vicinali tra Gabbro e Nibbiaia. Pertanto, nei casi in cui le abitazioni non sono raggiungibili in altro modo, ditte incaricate dal Comune effettueranno gli interventi di emergenza per rendere le vie nuovamente percorribili.

In località Palazzoni i vigili del fuoco hanno operato con due squadre in via Agostini e via Veneto; continueranno domani -e se necessario nei giorni successivi- su via Pascoli e via Carducci con interventi di eliminazione del pericolo. 

Oltre all’immobile di proprietà comunale ubicato in via Carducci 23, che ospita la casa-famiglia e il centro diurno “Albicocco”, a seguito della tromba d’aria sono state dichiarate inagibili con ordinanza sindacale 14 unità abitative.

A tal proposito, effettuati gli interventi emergenziali di messa in sicurezza e i rilievi da parte dei tecnici comunali, si consiglia i proprietari degli appartamenti di contattare quanto prima ditte specializzate, per effettuare i lavori di ripristino a carico dei privati e fornire le certificazioni necessarie a riottenere l’agibilità degli immobili.

In generale si può dire che l’allarme è rientrato, ma le squadre sono ancora a lavoro e gli interventi in programma ancora molti. Per il momento il Centro Operativo Comunale (COC) è ancora attivo e i cittadini possono segnalare i danni alla protezione civile chiamando i numeri 0586 724267 – 724451 o recandosi presso l’ufficio in via Gramsci 80 a Rosignano Marittimo.

Questa mattina ASA S.p.A., in qualità di gestore del Servizio Idrico Integrato, ha inviato una nota per informare che in seguito agli eventi temporaleschi di cui sopra è stata registrata l’attivazione degli scaricatori di piena della rete fognaria con conseguente rilascio di acque miste lungo tutta la costa del territorio comunale, specie in corrispondenza delle foci dei corsi d’acqua. 

A tale proposito il Sindaco, in via cautelativa, ha temporaneamente interdetto la balneazione lungo tutta la costa del territorio comunale, dalla foce del torrente Chioma (che con l’esondazione ha riversato in mare anche quantità ragguardevoli di detriti di ogni genere) sino alla foce del fosso Mozzo a confine col Comune di Cecina.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it