Indietro

Vada ricorda l'eccidio

Vada commemorerà le vittime della strage nazista avvenuta nel 1944 con quattro persone uccise e i corpi barbaramente esposti

ROSIGNANO MARITTIMO — Il Comune di Rosignano Marittimo il 20 giugno commemora le vittime della strage nazista avvenuta a Vada nel 1944, ancora viva nel ricordo di molti abitanti e dei loro congiunti.

Il 20 giugno 1944 le SS infatti entrarono a Vada, radunarono l’intera popolazione nella piazza centrale ed uccisero per rappresaglia quattro civili. Parlarono in modo concitato con il parroco, don Antonio Vellutini, che impedì ai soldati tedeschi di concentrare la popolazione dentro la chiesa. I cittadini furono però costretti a sfilare di fronte ai cadaveri di Elio e Ivo Vanni, Ruggero Lupichini e Delfo Rofi, barbaramente esposti in piazza Garibaldi.

A distanza di 73 anni, martedì 20 alle ore 21,15 in quella stesa piazza, il Sindaco Alessandro Franchi e il presidente della sezione locale Anpi Francesco Giuntini, ricorderanno quel tragico evento deponendo una corona d’alloro al monumento ai caduti.

Nell’ambito della cerimonia, a cui parteciperà anche il Gruppo Filarmonico Solvay, sarà presentato l’Atlante delle stragi naziste e fasciste in Italia (1943-1945), una ricerca promossa in collaborazione dall’Istituto nazionale per la storia del movimento di liberazione in Italia (INSMLI) e dall’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI), che dopo tre anni di lavoro ha portato alla pubblicazione del volume “Zone di guerra, geografie di sangue” (Il Mulino), a cura di Gianluca Fulvetti e Paolo Pezzino. 

Intervengono Catia Sonetti, direttrice dell’Istituto Storico delle Resistenza e dell’età Contemporanea di Livorno, e Gianluca Fulvetti, ricercatore in storia contemporanea al Dipartimento di civiltà e forme del sapere dell'Università di Pisa e coautore della pubblicazione.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it