Indietro

Tartarughe marine, le prime nate e gli altri nidi

Mentre a San Vincenzo sono nate le prime tartarughine, ora si attende per i nidi di Castiglione della Pescaia, Marina di Cecina e Marina di Grosseto

FIRENZE — In uno dei quattro siti toscani che accolgono nidi di tartaruga marina hanno cominciato a schiudersi le prime uova. E' avvenuto oggi, nelle prime ore del mattino, sulla spiaggia di Rimigliano, nel Comune di San Vincenzo (leggi qui l'articolo).

Gli altri nidi sono stati individuati a Castiglione della Pescaia, Marina di Cecina e Marina di Grosseto (leggi gli articoli correlati).

"La zona intorno al nido – ha commentato l'assessore regionale all'ambiente Federica Fratoni - era stata recintata e messa sotto tutela e sorveglianza grazie anche all'opera di tanti volontari che la Regione, con i suoi tecnici, ha provveduto a formare con incontri che si sono tenuti nel corso dell'estate. Vorrei condividere l'emozione per questa prima schiusa con tutti i soggetti coinvolti: rete dell'Osservatorio Toscano per la Biodiversità, Arpat, tutti i soggetti istituzionali costieri, i Parchi, la Direzione Marittima, le Università, insieme agli operatori delle spiagge, le associazioni ambi entali, le associazioni di categoria, i volontari, i Diving, e ovviamente i turisti".

"La schiusa – ha aggiunto l'assessore – per ora ha interessato circa una quarantina di uova e andrà avanti ancora, almeno nei prossimi 2-3 giorni. Come sappiamo ci sono altri tre siti in Toscana, Marina di Cecina, Marina di Grosseto e Castiglione della Pescaia, scelti dalle tartarughe per nidificare".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6559785 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6559785
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it