Indietro

"Gli alberi vanno potati correttamente"

Monito di Legambiente in vista degli interventi nei prossimi giorni: "La corretta potatura è la 'rimonda', non le cosiddette 'capitozzature'"

CECINA — Il Movimento Ambientalista Cecinese e Legambiente Costa Etrusca sono intervenuti dopo aver appreso che a partire da mercoledì 15 gennaio inizieranno operazioni di tagli e potature di oltre 400 alberi sul territorio comunale di Cecina

"Vogliamo rivolgerci all’amministrazione comunale di Cecina che, nonostante non sia citata nell’articolo, supponiamo sia il soggetto che ha appaltato gli interventi".

"La cura e la manutenzione degli alberi sono azioni fondamentali per garantire il buono stato del patrimonio verde della città, ma troppe volte abbiamo visto i platani dei nostri viali letteralmente amputati da interventi di potatura grossolani, le cosiddette “capitozzature”, eseguiti da giardinieri frettolosi armati di motosega a cavallo di piattaforme aeree. Questi interventi, oltre a rovinare l’estetica della pianta, spesso ne compromettono la stabilità, che deriva da un delicato equilibrio dello sviluppo di tutte le sue parti e creano le condizioni favorevoli agli attacchi di parassiti, che portano col tempo al deperimento, alla instabilità e alla morte prematura delle piante".

"La corretta potatura degli alberi in ambiente urbano è quella che quasi non si vede, la cosiddetta “rimonda”. Si tratta di una riduzione limitata del volume della chioma e dell’asportazione dei rami secchi e malati che non servono più all’albero, oltre che risultare pericolosi per persone e cose soprattutto in occasione di nubifragi e forti venti".

"Per questo motivo diciamo all’amministrazione comunale che è necessario porre la massima attenzione e vigilanza su come vengono eseguiti tali interventi. Sono assolutamente da evitare le capitozzature e le potature radicali che non vanno mai nell’interesse della pianta e della cittadinanza che usufruisce delle proprietà benefiche del verde. Siamo inoltre preoccupati che possano essere stati previsti abbattimenti di intere piante".

"Si ricorda che il taglio netto può essere giustificato solamente in caso di accertata malattia o stato di instabilità meccanica di un albero che lo renda potenzialmente pericoloso per l’incolumità delle persone. Tutto ciò deve essere certificato a seguito di una accurata valutazione dello stato di salute di ogni singolo esemplare. Suggeriamo poi all’amministrazione comunale di procedere con la stesura di un piano del verde redatto da professionisti competenti che mettano al centro il benessere delle piante, la tutela dell’estetica urbana e del risparmio economico".

"Gli alberi in città sono una risorsa biologica, ambientale, economica e sociale e svolgono azioni indispensabili per la nostra vita:

  • sono dei veri e propri "polmoni verdi” e contrastano le conseguenze negative dell’effetto serra, assorbono anidride carbonica e liberano ossigeno nell' aria circostante;
  • abbattono il pulviscolo atmosferico ed i gas inquinanti emessi dal traffico cittadino, con la filtrazione delle polveri sottili ci permettono di respirare meglio;
  • nei viali assorbono i rumori del traffico, dando un importante contributo alla nostra salute.
  • hanno una funzione climatica termoregolatrice: in estate forniscono ombra e refrigerio, attenuando gli eccessi di temperatura;
  • hanno una importante funzione economica: aumentano il valore delle abitazioni. La quotazione di case poste in zone alberate è superiore a quella dove non ci sono aree verdi;
  • hanno una funzione architettonica e paesaggistica: rappresentano parte del paesaggio della città e sono elemento di raccordo fra passato e presente;
  • la vista degli alberi e della loro bellezza influenza positivamente l’umore, generando effetti benefici anche sotto il profilo psicologico;
  • hanno funzione ricreativa, grazie a giardini e parchi urbani che migliorano notevolmente la qualità della vita in città".
Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it