Indietro

Soluzioni in arrivo per il trasporto scolastico

Riunione in provincia con le aziende del trasporto pubblico. Ecco che cosa accadrà per le Livorno e Collesalvetti e la zona di Cecina e Rosignano

LIVORNO — La situazione del servizio di trasporto pubblico per l’utenza scolastica è stata oggetto di numerosi incontri che hanno visti coinvolti attivamente la Provincia, che coordina la programmazione dei servizi di trasporto locale, i Comuni del territorio, gli Istituti scolastici superiori e le aziende di TPL, Ctt Nord e Tiemme.

“Nelle ultime riunioni convocate dall’Amministrazione Provinciale – asserisce la presidente Marida Bessi - la questione è stata ulteriormente approfondita alla luce delle nuove linee guida per il trasporto scolastico che il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti ha emanato solo lo scorso 31 agosto. Questo ritardo ha comportato notevoli problemi nell’elaborazione dell’organizzazione dei servizi, tenuto conto dei molteplici fattori che entrano in campo nella definizione di quanto è necessario per garantire la fruizione dei servizi e dell’incertezza che ha caratterizzato la questione sulla effettiva capienza dei mezzi.

Le linee guida - aggiunge Bessi - hanno riportato, infatti, la disponibilità dei posti nei mezzi di trasporto all’80% e ciò rende la situazione meno drammatica rispetto a quanto si era prospettato in precedenza.

La possibilità di accogliere un maggior numero di passeggeri consente di mantenere lo stesso livello di servizi, sia per gli orari scolatici in ingresso che in uscita, attraverso la predisposizione del potenziamento delle corse nelle ore di punta.

Per questo ringrazio i comuni, le scuole e le aziende di trasporto per lo spirito di collaborazione manifestato in questa fase delicata che tutti stiamo vivendo, in cui ad ognuno è richiesto il massimo sforzo per garantire l’erogazione di servizi indispensabili per la collettività”.

A partire dal 14 settembre, primo giorno di scuola, il servizio di trasporto extraurbano per l’utenza scolastica ricalcherà, in termini di orario e capacità di trasporto, quello in vigore lo scorso anno.

In particolare, per quanto riguarda l’orario di ingresso l’intensificazione delle corse è programmata al fine di garantire l’arrivo a destinazione di tutti gli studenti pendolari alle ore 8. Tenuto conto del poco tempo a disposizione dall'emanazione delle linee guida e del fatto che ancora non è completato il quadro orario delle scuole, al momento non è possibile prevedere orari di arrivo diversi per gli studenti provenienti da fuori Livorno.

Eventuali modifiche, se ve ne fosse la necessità, anche legate alla diversificazione degli orari di ingresso, si potranno prevedere nelle settimane successive in funzione anche degli orari scolastici definitivi.

- Per gli studenti pendolari residenti nel comune e nelle frazioni di Collesalvetti che frequentano le scuole superiori di Livorno, analogamente a tutti gli utilizzatori del servizio extraurbano, non ci saranno in una prima fase variazioni rispetto all’anno scorso, grazie ai mezzi aggiuntivi previsti che consentiranno ai ragazzi di arrivare a scuola alle ore 8.

Servizio di trasporto urbano a Livorno

La struttura del servizio di trasporto pubblico urbano, caratterizzata da passaggi frequenti, non presenta particolari criticità prevedibili, nemmeno e a maggior ragione in caso di eventuali sfalsamenti degli orari di ingresso e di uscita, anche tenuto conto che a partire dal 14 settembre saranno comunque intensificate, negli orari di punta dell’ingresso e uscita delle scuole, le corse sulle tratte principali della LAM BLU e della LAM ROSSA.

“Come Comune di Livorno - sottolinea l’assessora Giovanna Cepparello - abbiamo trovato massima collaborazione da parte della Provincia e di CTT nella gestione di questa difficile partita. Grazie anche agli orari scaglionati che molte scuole hanno deciso responsabilmente di mettere in atto, anche seguendo gli input che venivano da noi e dalla Provincia, siamo tranquilli sul servizio urbano con le LAM intensificate. A questo proposito, come amministrazione comunale, abbiamo deciso di stanziare 100.000 euro per il potenziamento del servizio, qualora le risorse messe a disposizione dalla regione non fossero sufficienti. Per i pendolari il servizio è garantito alle otto, per cui abbiamo chiesto alle scuole di consentire ai ragazzi che arrivano da fuori città alle otto, per iniziare le lezioni in alcuni casi mezz'ora o un'ora più tardi, di poter entrare comunque a scuola. Ci sembra che la sinergia abbia portato ad un bel risultato. Abbiamo anche chiesto a CTT di continuare a garantire la massima sicurezza agli autisti, che dovranno rimanere separati dai passeggeri.'

Per gli studenti che frequentano l’Istituto Mattei di Rosignano Solvay, si conferma il servizio di trasporto previsto per lo scorso anno scolastico, con adeguata intensificazione per garantire tutti gli spostamenti. Resta sospeso, al momento, il servizio per l’orario di uscita delle 14.50, che non era inserito nella programmazione precedente, per il quale sono in corso approfondimenti in relazione alle necessità di trasporto.

- Anche per chi studia all’Istituto Fermi di Cecina si conferma il servizio di trasporto già previsto con mezzi aggiuntivi per gli studenti.

- Per l’Istituto Marco Polo – Cattaneo di Cecina, che accoglie un gran numero di studenti pendolari provenienti da varie zone collinari, e che prevede di fare lezioni con due turni orari di ingresso/uscita molto sfalsati tra loro, è necessario acquisire una serie di informazioni circa il numero dei mezzi aggiuntivi necessari e relativi costi del servizio. Le informazioni sul servizio che andrà in vigore a partire dal 14 settembre verranno comunicate tramite l’Istituto scolastico stesso.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it