Indietro

Aumenti della Tari, chiesti chiarimenti

La Lega di Rosignano Marittimo interviene su sollecitazione di cittadini e imprese che hanno segnalato aumenti nella tariffazione

ROSIGNANO MARITTIMO — "L' aumento Tari segnalato da numerosi cittadini ed imprese di Rosignano cade in un momento di particolare difficoltà sociale segnato dalle ricadute della pandemia e dalle incertezze per molti settori commerciali.Accerteremo tramite Arera, l' Autorità di Regolamentazione su Energia e Rifiuti la legittimità di questi aumenti."

Lo dice la Lega di Rosignano, aggiungendo che "Rimane tuttavia circostanza nota, quella che in Toscana ed a Rosignano il costo dello smaltimento sia uno dei più alti del centro nord Italia, dovendo scontare la scelta politica di non investire in impianti di recupero e distruzione".

"Inoltre, il caso di Rosignano è poi segnato dalla immotivata imposizione di un ulteriore balzello, quello per la depurazione, che grava doppiamente sui cittadini in ragione di un obbligo immotivato ed illegittimo che vincola allo svuotamento delle fosse biologiche tramite autopompe e nonostante le abitazioni siano collegate alla rete fognaria e paghino quindi, congiuntamente alla Tari, anche questo servizio."

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it