Indietro

Rea verso il plastic free

L'azienda aderisce alla campagna lanciata dal ministero dell'ambiente e regala ai dipendenti borracce in alluminio

ROSIGNANO MARITTIMO — Rea Rosignano Energia Ambiente Spa va verso il plastic free e nell'ottica di aderire alla campagna di sensibilizzazione lanciata dal ministero dell'ambiente ha deciso di dotare i propri dipendenti di una borraccia in alluminio e di farne dono anche agli amministratori comunali dei 13 Comuni nei quali svolge il servizio di raccolta.

"Ogni anno - si legge in una nota di Rea- almeno 8 milioni di tonnellate di plastica finiscono negli oceani, con gravi conseguenze sulla vita marina e terrestre. Si tratta soprattutto di oggetti monouso come bottiglie, stoviglie, cannucce e sacchetti: il loro utilizzo dura solo pochi minuti, ma la loro traccia nell’ambiente rimane per sempre". 

Prendendo spunto da questi dati Rea ha dato vita a numerosi progetti e campagne di sensibilizzazione dei bambini nelle scuole dei territori serviti.

"La scelta di adottare questa borraccia per i propri dipendenti e, soprattutto, di donarla agli amministratori comunali - prosegue la società - rappresenta un primo passo verso l’avvio di un percorso di fruttuosa collaborazione, che dovrà portare ad incentivare comportamenti virtuosi di riduzione dell’utilizzo della plastica usa e getta".

“E’ nostro dovere tutelare e orientare il futuro dei nostri territori e delle nostre comunità, con politiche di sviluppo sostenibile e di educazione ambientale - spiega l’Amministratore Unico di Rea, Matteo Trumpy - L’adozione di una borraccia in alternativa all’utilizzo di una bottiglia di plastica monouso nasce principalmente dall’idea di promuovere progetti e campagne di sensibilizzazione dei bambini nelle scuole dei territori serviti da REA e, pertanto, con l’inizio del prossimo anno scolastico ci rendiamo disponibili a supportare le scuole che vorranno “adottare” la borraccia come strumento di incentivazione teso a limitare l’uso della plastica monouso. Tuttavia, affinché ci sia la massima sensibilizzazione, abbiamo ritenuto opportuno l’adozione della borraccia anche da parte delle Amministrazioni comunali che mediante un comportamento virtuoso possono far sì che tale buona pratica trovi il massimo consenso possibile”.

"L’utilizzo della borraccia  - conclude Rea- si inserisce a pieno titolo in una riflessione di più ampio respiro sul tema della tutela e del rispetto ambientale e rappresenta un primo piccolo passo verso la sensibilizzazione dei bambini e degli adulti, che diventano così parte integrante e attiva di questo percorso verso la riduzione della plastica usa e getta".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6559785 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6559785
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it